Adozioni a distanza – La testimonianza di Alberto

Sostenitore_Manasarovar

06 Dic Adozioni a distanza – La testimonianza di Alberto

ASIA dal 1988 lavora per la conservazione della cultura tibetana anche attraverso progetti di Educazione e il sostegno a distanza: educare i bambini tibetani non solo permette di preservare e trasmettere le antiche tradizioni di questo popolo, ma dà la possibilità ai bambini tibetani di migliorare la loro condizione economica e sociale e di competere meglio sul mercato del lavoro sia in Tibet che in Nepal.

Due sostenitori sono andati a trovare la loro bambina che vive in Nepal, nella scuola di Manasarovar, e hanno voluto condividere le emozioni che hanno provato.

“Da tempo avevamo programmato una breve vacanza in Nepal quasi esclusivamente per incontrare la piccola Tsering che sosteniamo alla scuola di Manasarovar a Katmandu.
Sostenitore_Manasarovar

All’arrivo nella scuola la Sig. Tsultrim ci aspettava sulla gradinata, entriamo nell’ufficio; dopo le varie presentazioni appare un scricciolino di bimba, forse impaurita con grandi occhi vispi per incontrare due “estranei” stranieri che gli permetteranno di avere un’istruzione. 

Solo un paio di minuti di gelo poi, alla consegna dei doni che avevamo per lei tutto diventa incredibilmente facile, sorrisi e piccoli dialoghi in inglese. Sonam ci invita a seguirla nella sua classe, lì ci aspettano i bambini che tutti assieme intoneranno alcune canzoncine in Tibetano… Ogni muro è stato abbattuto, siamo diventati “amici” !

Visitiamo alcune classi dell’Istituto, con i più grandi abbiamo interessanti conversazioni: parliamo dei diversi stili di vita, di religione, di cucina, gli studenti sono tutti molto vogliosi di apprendere cose nuove; si fanno così le 12,30 ora di pranzo lasciamo a classe, siamo invitati a restare e condividere il pasto, accettiamo l’invito.

Sonam seduta al tavolo con noi é divertita, ha l’appetito di un leone finisce in un baleno e oggi, per l’occasione, ha potuto bere del succo d’arancia. Poi ad un certo punto del pranzo mi sussurra: dovete venire anche domani!

Il cibo e’ ottimo, abbondante, gustoso, cotto semplicemente, mi sorprende tanta qualità. Restiamo fino a pomeriggio inoltrato a giocare con Lei poi inevitabilmente arriva il momento dei saluti, sia io che mia moglie percepiamo nell’abbraccio la forte stretta della bimba che ci sussurra piano piano ritornate appena potete; tutti assieme ci dirigiamo verso il cancello d’uscita, un ultimo saluto oltre ai doverosi ringraziamenti a Mrs. Tsultrim per il grande lavoro che sta compiendo con una promessa di ritornare tra un paio d’anni.”

Hang e Alberto