Mongolia – L’abitazione tradizionale mongola: la Gher

Yurta_Mongolia

15 maggio Mongolia – L’abitazione tradizionale mongola: la Gher

Secondo gli studiosi, da quasi 3.000 anni (alcuni dicono più) i mongoli utilizzano la gher come abitazione.

La gher è facile a montare, smontare e adatta agli spostamenti. I nomadi durante l’anno si trasferiscono da un posto all’altro circa 4 o 5 volte a seconda dei cambi di stagione e per fare in modo che i loro animali abbiamo sempre nuovi terreni dove nutrirsi.

Nel passato, per spostarsi i nomadi utilizzavano i cammelli (sulla cui gobba era spesso fissato un baule che trasportava i bambini della famiglia), i cavalli e un carro per trasportare la gher.

Oggi agli animali è stata sostituita una macchina con un carrello ad essa legato, ma l’abitazione tradizionale è rimasta la gher.

La gher è costituita da 2 pali portanti in legno, un tetto con un apertura circolare, un camino e una porta. La sua struttura circolare è formata da assi di legno legate insieme con le corde e su di esse viene posto uno strato di feltro che permette di tenere il calore durante l’inverno.

All’interno il colore più usato è l’arancione in quanto colore legato alla positività.

La gher è molto facile da montare e i nomadi impiegano solo circa 30 minuti!

Leggi anche la tradizione della festa dei capelli >>