Mongolia – Rispettare la Natura

Mongolia_paesaggioA.Nardi

31 maggio Mongolia – Rispettare la Natura

In Mongolia gli anziani insegnano ai bambini le usanze, la cultura e come rispettare e proteggere la natura attraverso storie e favole.

In questi racconti molto spesso si narra della presenza dello “spirito” che protegge gli alberi e la foresta, l’acqua dei fiumi e dei laghi, la terra. Tagliare gli alberi, sporcare i fiumi e violare la terra è una grave violazione e gli spiriti vanno rispettati, qualsiasi azione negativa porterebbe sfortuna.

Per i mongoli è merito degli anziani e dei loro racconti se il rispetto è parte del loro sangue e se queste favole sono arrivate fino ad oggi.

Le storie tramandate dagli anziani sono raccontate nella vita quotidiana e ve ne è traccia anche sulle strade e nelle campagne dove è facile imbattersi in graffiti e pitture rupestri, come nella “Stele del Cervo”, un complesso di megaliti scolpiti con immagini di cervi volanti (si pensa che di questi nel mondo ve ne siano circa 700 e 500 sono stati ritrovati solo in Mongolia) e nelle tombe circolari “khirghisuur” risalenti all’età del bronzo e del ferro.

Leggi anche la favola di Alungoo>>