Terremoto Nepal. Nuove scuole a Yarsa e Saramthali

Nepal_bambini_scuola_ASIAOnlus

Gli abitanti del villaggio di Yarsa e Saramthali (Distretto di Rasuwa) pur essendo tra i più colpiti dal terremoto, hanno ricevuto con difficoltà gli aiuti a causa dell’inaccessibilità del territorio e dei monsoni.

Qui il tasso di alfabetizzazione è molto basso: il Distretto di Rasuwa è classificato al 70° posto tra i 75 Distretti nepalesi. L’abbandono scolastico va ad alimentare una delle problematiche che affligge il Nepal: il traffico di bambini che, dopo il terremoto, ha avuto un ulteriore incremento in questo Distretto.

Per questo motivo ASIA ha deciso di concentrarsi in quest’area per “ricostruire” non solo le case e gli edifici, ma migliorare anche l’approccio verso l’istruzione, l’ambiente, l’attività economica e l’inclusione sociale.

Le  prime quattro scuole che stiamo ricostruendo, grazie ai fondi messi a disposizione anche da Caritas Italiana, Clown One Italia Onlus, Save The Children Italia, Tavola Valdese, sono quelle di Arukharkha e Thangdor a Yarsa (Distretto di Rasuwa), di Namuna e di Dupcheshwori a Saramthali (Distretto di Rasuwa).

logologopartnerscuolenepal

La scuola primaria di Arukharkha ospiterà 122 bambini e 6 insegnanti. La scuola è grande 296 metri quadrati con 6 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.
La scuola primaria di Thangdor ospiterà 102 bambini e 5 insegnanti. La scuola è grande 436 metri quadrati con 8 aule, servizi igienici, una stanza per gli insegnanti.
La scuola primaria di Namuna ospiterà 39 bambini dai 5 agli 8 anni (sarà un punto di riferimento anche per i bambini che vivono nei villaggi vicini) e 4 insegnanti. Questa scuola è grande 185 metri quadrati e nell’edificio ci saranno 4 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.
La scuola secondaria di Dupcheshwori ospiterà 328 studenti e 9 insegnanti. La scuola è costituita da 2 edifici per una superficie totale di 592 metri quadrati con 10 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.

Ricostruire le scuole  significa creare dei Centri per la comuntà. Formazione su diritti dei bambini e pericolo di traffico dei minori, metodi didattici avanzati, attività di agricoltura biologica e permacultura saranno alcune delle attività svolte nei nuovi centri scolastici.

Durante le attività di ricostruzione verrà svolta la formazione di muratori, carpentieri, fabbri e artigiani locali su tecniche di ricostruzione antisismiche e sostenibili da un punto di vista ambientale.

Il numero di beneficiari indiretti di questo progetto è di 10.000 persone (gli abitanti di Yarsa e Saramthali). Il progetto durerà tre anni e avrà un costo di quasi 1 milione di euro. Al completamento della costruzione delle scuole verrà avviato il progetto di sostegno a distanza per i bambini che le frequenteranno.

Per garantire la sostenibilità di queste scuole, fare attività di formazione per gli studenti, la comunità, gli insegnanti e per ricostruire altre scuole in aree remote del Nepal, continua la raccolta fondi. Partecipa anche tu a questo progetto