Terremoto Nepal. Mappature frane

Nepal_MappaturaFrane_Terremoto2015

Per prevenire il rischio frane, ASIA insieme al Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e del Territorio e di Scienze della Terra (Università degli Studi di Milano Bicocca) ha elaborato nel nord del Paese una mappatura del Distretto di Rasuwa e nel VDC (Village Development Commitee) di Baluwa nel Distretto di Kavre.

L’analisi della pericolosità è un passo importante nella gestione del rischio, poiché permette di identificare i potenziali scenari di rischio e valutare la frequenza e l’entità degli eventi potenziali.

A settembre-ottobre 2015 nei VDC di Saramthali, Yarsa e Bhorle, i geologi hanno realizzato:

• una mappatura delle frane;
• un’indagine geologica e raccolta di dati strutturali;
• un’indagine e mappatura delle fratture cosisimiche;
• una valutazione delle condizioni di stabilità di pendio in corrispondenza delle scuole;
• una mappatura delle unità di terreno con diverse proprietà e grado di pericolo.

Da queste indagini è stato creato un modello di suscettibilità per definire una stima della frequenza di frana e magnitudo degli eventi futuri. Sono state elaborate anche  delle schede monografiche (impostazioni geologiche e geomorfologiche, grado di danno, analisi di pericolosità sismica e rischio frana), correlate di consigli sull’eventuale necessità di trasferimento e ricostruzione di ogni villaggio esaminato.

Visti i risultati di questa mappatura lo IOM (International Organization For Migration) ha incaricato ASIA e il Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e del Territorio e di Scienze della Terra (Università degli Studi di Milano Bicocca) di mappare nel 2016 gli interi Distretti di Sindhulpalchok e Dhading.