Lettera dal Tibet

21 Set Lettera dal Tibet

Il terremoto di Amatrice ha scosso l’intera comunità mondiale e sono state tante le testimonianze di solidarietà.

Tra le tante pubblichiamo la lettera di una delle studentesse sostenute a distanza da ASIA, grazie alle borse di studio, che ha voluto esprimere la propria vicinanza.

Ci è giunta voce del terremoto in Italia e desideriamo esprimervi il nostro più profondo cordoglio.letteraterremotostudente

Anche se forse le parole non bastano ad alleviare momenti così dolorosi, vi scriviamo questa lettera,
come a dei fratelli e delle sorelle.

In questo mondo, che è anche l’unico che abbiamo, condividiamo tutto, sentendo la felicità e la sofferenza altrui, e ci rattristano profondamente le perdite che state vivendo. Siamo molto lontani e anche se non possiamo porgervi aiuto immediato, attorno a voi si stringono tutti i popoli del mondo.

A voi sono dedicati i nostri pensieri, le nostre preghiere ed incoraggiamenti: non arrendetevi mai.

Il cuore umano si dimostra sempre capace di grande forza, ma non vogliamo far mancare a voi e alle vostre comunità il nostro sostegno spirituale nella ricostruzione, a seguito di questa grande tragedia.

Vi salutiamo lasciandovi con questo detto: svegliarsi con il sole ogni giorno è un trionfo.

Le nostre più sentite condoglianze,
Una studentessa tibetana della Qinghai Monirity Nationalities University, Xining, Qinghai, Cina.