Nepal – Diario di viaggio n.6

25 Feb Nepal – Diario di viaggio n.6

La testimonianza del viaggio in Nepal della nostra Responsabile Adozioni a Distanza. Una missione che ha come protagonisti i membri dello staff di ASIA NEPAL, i referenti delle diverse scuole in cui è attivo il progetto del Sostegno a Distanza, ma soprattutto le bambine e i bambini nepalesi … Anche quelli delle 4 scuole che abbiamo costruito e inaugurato lo scorso dicembre a Rasuwa.

Oggi è martedì 5 febbraio, giornata festiva per alcune scuole di questo distretto perché Losar, il capodanno tibetano. Un’ampia percentuale della popolazione di Rasuwa è infatti di etnia Tamang, uno dei gruppi etnici nepalesi di origine tibeto-birmana. Il governo nepalese ha da un paio di giorni rilasciato l’autorizzazione alla chiusura delle scuole del distretto per questa giornata, inclusa quindi la Scuola di Aarukharka, che visiteremo oggi.

Il comitato gestionale della scuola e il Preside accolgono con piacere la nostra richiesta di incontro, nonostante il giorno festivo.

La strada per raggiungere Aarukharka è inizialmente la stessa percorsa ieri per raggiungere IMG_20190205_122936Thangdor – le due scuole infatti si trovano entrambe a Yarsa – ma la prima si trova su un altro versante della montagna, ad un’altitudine più bassa. Durante il tragitto incontriamo sulla strada molte persone impegnate nei lavori di costruzione delle loro case e molte altre impegnate sui campi o con le mandrie. Insieme a loro, tantissimi bambini che oggi, appunto, non sono andati a scuola e che quindi giocano liberi o aiutano i genitori nel lavoro.

L’impatto visivo è molto forte: la popolazione è qui quotidianamente impegnata per la propria sopravvivenza e sussistenza, ma i mezzi e le risorse che hanno a disposizione sono davvero limitati. La riunione con lo staff della scuola si focalizza molto sui problemi della comunità, sulla mancanza di consapevolezza dell’importanza dell’educazione da parte di molte famiglie, condizione naturalmente legata all’estrema povertà.

IMG_20190205_103648La scuola è felice di poter contare sul supporto di ASIA in questa difficile sfida, attraverso il Sostegno a Distanza e non solo. Finita la riunione dobbiamo subito lasciare il villaggio per tornare in fretta a Kalikasthan, nell’ufficio di campo di ASIA, dove incontreremo tre dei principali rappresentati dell’ufficio distrettuale dell’istruzione. Coordinarci e collaborare con loro, a livello istituzionale, sui nostri interventi nelle quattro scuole è fondamentale per la buona riuscita del progetto.

La giornata lavorativa e la missione a Rasuwa si conclude nel tardo pomeriggio, con un giorno di anticipo rispetto al previsto. Domani si torna a Kathmandu e nei prossimi giorni, oltre al lavoro d’ufficio, mi aspettano tanti incontri con associazioni e partner locali e, soprattutto, le tanto attese visite presso il Monastero Triten Norbutse e la Scuola Manasarovar, dove il progetto di Sostegno a Distanza è attivo da tanti anni.

Leggi cos’è successo nei giorni precedenti PARTE 1, 23, 4 

banner-728x90