Nepal – Inaugurazione delle 4 Scuole

IMG-20181210-WA0027

10 Dic Nepal – Inaugurazione delle 4 Scuole

Siamo in Nepal dal 1996 e siamo rimasti anche dopo il terremoto del 2015 per ricostruire il futuro del Nepal partendo dai bambini e dalle scuole.

Le quattro scuole, che ASIA ha costruito grazie ai fondi messi a disposizione da Caritas Italiana, Clown One Italia Onlus, Save The Children Italia, Tavola Valdese e ai donatori privati di ASIA sono quelle di Arukharkha, Thangdor, Namuna e Dupcheshwori. Le scuole sono edificate con tecniche antisismiche e dotate di servizi igienici, bagni e acqua potabile. L’efficienza energetica della strutture è garantita dall’uso di materiali isolanti.

•    La scuola primaria di Arukharkha (Yarsa, Distretto di Rasuwa) ospiterà 103 bambini e 4 insegnanti. La scuola è grande 296 metri quadrati con 6 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.
•    La scuola primaria di Thangdor (Yarsa, Distretto di Rasuwa) ospiterà 61 bambini e 4 insegnanti. La scuola è grande 436 metri quadrati con 8 aule, servizi igienici, una stanza per gli insegnanti.
•    La scuola primaria di Namuna (Saramthali, Distretto di Rasuwa) ospiterà 24 bambini dai 5 agli 8 anni (sarà un punto di riferimento anche per i bambini che vivono nei villaggi vicini) e 3 insegnanti. Questa scuola è grande 185 metri quadrati e nell’edificio ci saranno 4 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.
•    La scuola secondaria di Dupcheshwori (Saramthali, Distretto di Rasuwa) ospiterà 247 studenti e 8 insegnanti. La scuola è costituita da 2 edifici per una superficie totale di 592 metri quadrati con 10 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.

Tutte le scuole sono state dedicate alla memoria di Chögyal Namkhai Norbu, fondatore di ASIA e recentemente scomparso.

Il progetto di ASIA non si limita alla ricostruzione, ma fa diventare le scuole veri e propri punti di riferimento per gli adulti e le famiglie che vengono formate su attività generatrici di reddito in ambito agricolo, diritti dei bambini e pericolo di traffico dei minori.

PRENDILA PER MANO
Questa è la Campagna di ASIA per continuare ad aiutare le bambine nepalesi.
In Nepal il 31.4% della popolazione non sa leggere e scrivere, e solo nel distretto di Rasuwa la percentuale sale a 43.4%, di cui il 25.5% sono donne e il 17.9% sono uomini (Fonte:Nepalmap).

Aiutare le famiglie a investire sull’educazione delle bambine è un gesto che va ben oltre il permettere loro di andare a scuola. Infatti ad alti livelli di analfabetismo corrispondono più alte percentuali di spose bambine e tra le ragazze senza educazione, in Nepal, una su tre è vittima di violenza domestica, mentre il rischio si abbassa a una su dieci per quelle che hanno frequentato la scuola (Fonte: NDHS 2016).

E’ possibile garantire un sostegno alle bambine nepalesi con una donazione (namaskarfornepal.org) o facendo un’adozione a distanza (adoptibet.org).

E’ fondamentale investire sulla educazione delle ragazze in Nepal ed a Rasuwa in particolare, in quanto ad alti livelli di analfabetismo corrispondono molte altre violazioni di diritti che vanno a ledere sulla possibilità delle bambine di crescere felici e libere dalla violenza.

UN REGALO PER NATALE

L’adozione a distanza (adoptibet.org) di una bambina nepalese o la donazione per la campagna “Prendila per mano” (namaskarfoprnepal.org) possono essere dei regali di Natale speciali.
Nel caso dell’adozione a distanza il destinatario del dono riceverà la scheda della bambina e chi fa il regalo verrà avvisato con una mail. E’ possibile anche decidere di regalare una donazione di 25€ per un kit scolastico (zaino, matite colorate, quaderni), 60€ per un kit scolastico e libri, €150 per un banco e tre sedie; dopo aver fatto la donazione basta inviare una mail a info@asia-ngo.org e il destinatario del dono riceverà un biglietto cartaceo personalizzato.

SOSTENGONO LA CAMPAGNA

Tanti i personaggi famosi che hanno decisio di “prendere per mano” una bambina nepalese: Fabrizio Bosso, Cristina Bowerman, Fortunato Cerlino, Paolo Fresu, Stefano Fresi, Claudio Guerrini, Jaka, Sandro Joyeaux, Nada, Gianluca Petrella, Tosca.