Nepal – Quattro nuove scuole per il futuro del Nepal (VIDEO)

27 Giu Nepal – Quattro nuove scuole per il futuro del Nepal (VIDEO)

Nepal_RicostruzioneScuole3 Nepal_RicostruzioneScuole4 NepalRicostruzioneScuole6  NepalRicostruzioneScuola1

Dopo le conseguenze catastrofiche del terremoto del 25 aprile e del 12 maggio 2015: 9000 vittime, 23.000 feriti, 600.000 edifici distrutti e 300.000 parzialmente danneggiati, il Nepal si sta lentamente rialzando tra macerie, queste non dovute solamente al terremoto, ma soprattutto legate ad un lento e drammatico avanzamento della ricostruzione, ad una crescita del tasso di povertà e ad un aumento del traffico di minori.

Siamo in Nepal dal 1996 e continuiamo ad essere presenti per ricostruire il futuro di questo Paese partendo dai bambini e dalle scuole.

La lunga e costante presenza sul campo ci ha permesso di intervenire immediatamente dopo il terremoto del 2015, operando dentro la capitale e in zone remote e rurali del paese. Sono stati distribuiti tende, coperte, materassi, pannelli in alluminio per la costruzione di rifugi temporanei, kit di pannelli solari e altri beni di prima necessità raggiungendo oltre 26.000 beneficiari.

A Yarsa e Saramthali (Distretto di Rasuwa) sono state costruite 58 aule temporanee, in questo modo i bambini hanno potuto riprendere le loro attività scolastiche.

E’ in corso la ricostruzione delle scuole distrutte dal terremoto, partendo proprio da dove sono state realizzate le aule temporanee e in cui il terremoto ha causato il crollo del 95% degli edifici.

Le prime quattro scuole, che stiamo costruendo grazie ai fondi messi a disposizione da Caritas Italiana, Clown One Italia Onlus, Save The Children Italia, Tavola Valdese e ai donatori privati di ASIA sono quelle di Arukharkha e Thangdor a Yarsa (Distretto di Rasuwa), di Namuna e di Dupcheshwori a Saramthali (Distretto di Rasuwa). Le scuole sono edificate con tecniche antisismiche e dotate di servizi igienici, bagni e acqua potabile. L’efficienza energetica della strutture è garantita dall’uso di materiali isolanti.

La scuola primaria di Arukharkha ospiterà 122 bambini e 6 insegnanti. La scuola è grande 296 metri quadrati con 6 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.

La scuola primaria di Thangdor ospiterà 102 bambini e 5 insegnanti. La scuola è grande 436 metri quadrati con 8 aule, servizi igienici, una stanza per gli insegnanti.

La scuola primaria di Namuna ospiterà 39 bambini dai 5 agli 8 anni (sarà un punto di riferimento anche per i bambini che vivono nei villaggi vicini) e 4 insegnanti. Questa scuola è grande 185 metri quadrati e nell’edificio ci saranno 4 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.

La scuola secondaria di Dupcheshwori ospiterà 328 studenti e 9 insegnanti. La scuola sarà costituita da 2 edifici per una superficie totale di 592 metri quadrati con 10 aule, servizi igienici e una stanza per gli insegnanti.

Le scuole sono dei veri e propri punti di riferimento per gli adulti e le famiglie, 870 persone verranno formate su diverse tematiche tra cui formazione su diritti dei bambini e pericolo di traffico dei minori, metodi didattici avanzati, attività di agricoltura biologica e permacultura.

In Nepal stiamo aiutando la comunità  a realizzare attività produttrici di reddito in modo da migliorare le condizioni economiche. I beneficiari indiretti della ricostruzione di queste quattro scuole sono quindi i membri dell’intera comunità di Yarsa e Saramthali, composta da quasi 10.000 persone.

Muratori, carpentieri, fabbri e artigiani locali stanno già partecipando attivamente alla ricostruzione e a corsi su demolizione e carpenteria, dando così nuovo impulso all’economia locale.

In Nepal sono ancora tanti fondi che servono per le attrezzature necessarie agli arredamenti delle scuole, per i kit scolastici, per svolgere corsi di formazione, per ricostruire altre scuole.

Partecipa anche tu a questo progetto>>