#levostreparole #contagiovirtuoso CAP.2

Le parole ci risuonano dentro, possono innescare reazioni di stress, di odio e di paura, oppure aprirci a nuove prospettive e modi di affrontare le situazioni anche molto difficili come quella che stiamo vivendo.

Queste le parole che ci state inviando, sono tante, tutte preziose riflessioni su ciò che questa pandemia ci può insegnare, diventando occasione di evoluzione e motore di un cambiamento costruttivo.

PARTECIPA ANCHE TU
INVIACI LA TUA PAROLA e contribuisci anche tu al contagio virtuoso. Come fare?

Pubblicala sulla nostra pagina Facebook con #leparoledelcontagiovirtuoso.

Pubblicala sul tuo profilo Instagram con #leparoledelcontagiovirtuoso e taggando ASIA (ASIA Onlus

Inviala a l.fidanzia@asia-ngo.org , la pubblicheremo sui nostri strumenti di comunicazione.

5

EMPATIA
L’empatia mi ha permesso di capire cosa stava per arrivare ed è arrivato. Mi ha permesso di aiutare, di collaborare con i miei colleghi in ospedale, di stare vicino ai miei conoscenti per telefono. Mi ha permesso di rimanere in equilibrio, certo con fatica, ma non mi sono mai sentita sola cercando di non fare sentire soli gli altri.

Elena, Brescia  

EQUANIMITA’

In questo periodo in cui molti giudicano da una parte e dall’altra e le parole dicono tutto e il contrario di tutto, per noi l’equanimità è accogliere tutti punti di vista, senza giudizio: ognuno ha un suo sguardo e un suo bisogno di essere accolto in modo incondizionato. Attraverso questo spazio nel cuore ci possiamo sentire uniti, ognuno nella sua vita diversa ma allo stesso tempo così preziosa e interconnessa.

Emanuela, Jacopo e Ivan, Imola

1
6

DEDICA
Un anelito di vita alle persone sofferenti

Una mano tesa alle persone in difficoltà

Un raggio di luce a tutto il creato

Roberto, Osoppo (Udine)

RINUNCIA
Un momento per lasciar andare i nostri attaccamenti a tutto ciò di cui non abbiamo bisogno.

Un tempo per guardare in profondità e lasciar andare i nostri schemi abituali che potrebbero aver contribuito a tanta sofferenza attraverso la disuguaglianza e l’inquinamento ambientale.

Affinché si presentino nuove possibilità, dobbiamo prima di tutto lasciarci andare che inibisce la vera crescita.

Un momento per lasciare andare i punti di vista limitanti e guardare le cose in modo nuovo.

Tutto cambia, il lasciare andare implica dolore, ma da ciò nasce ciò che non avremmo mai pensato fosse possibile.

Dal fango nasce e fiorisce il fiore di loto.

Ad, Herefordshire  (Regno Unito)

7
8

MONDO GUARITO
Questo momento di pericolo e di paura ci porta tutti a riflettere sulla vita, sulla morte. Chi stava vivendo in modo frenetico e senza osservarsi ha modo di fermarsi e riflettere, guardarsi intorno, osservare la sua sofferenza ma anche quella degli altri. Entrare in empatia, sentire la tristezza e la gioia di esserci e di allargare il cuore. Dare valore alla vita, un valore che non sono i soldi.

Un freno che forse era necessario, non potevano continuare la solitudine, la miseria, la diseguaglianza sociale e la corsa sfrenata al consumismo. Spero tanto che le cose cambino e che ci sveglieremo in un mondo guarito, più solidale dove saranno assicurati i beni primari come la casa, il lavoro e l’amore universale esteso a tutto il genere umano e non solo alla propria famiglia.

Gloria, Lucca

RESILIENZA
Etimologicamente significa rimbalzare per crescere…Creare senso alla nostra vita arricchendoci personalmente nell’avversità.
E perchè non farlo nell’emergenza COVID19? Non siamo vittime passive di un virus se non piuttosto persone attive che possiamo percepire un bicchiere mezzo pieno invece di uno mezzo vuoto per affrontare e superare questa difficoltà umanitaria esistenziale… Somiglianza, confidenza, speranza = Resilienza!

Maria Fernanda, Brescia

9
10

UGUAGLIANZA
È sorprendente vedere come la pandemia COVID-19 stia esponendo la disuguaglianza nel mondo. All’improvviso, non appena la ricerca di potere e denaro si è fermata, tutte le persone che erano «indesiderate» diventano importanti. I rifugiati che vivono in campi affollati senza servizi igienici, i senzatetto che vivono nelle strade, i poveri che non hanno alcun mezzo di protezione, i deboli e gli infermi devono essere presi in considerazione con urgenza. Non possono essere ignorati. La disuguaglianza su cui abbiamo costruito la nostra società diventa così cupamente manifesta. Come potere e ricchezza per i pochi a spese di molti hanno distrutto la felicità di miliardi di persone. Rendiamoci finalmente conto che se condividiamo, ci prendiamo cura gli uni degli altri e basiamo il nostro futuro sui principi di uguaglianza, possiamo creare un mondo molto migliore. Un mondo in cui le persone possono vivere dignitosamente. Questo è il mio desiderio!

Heidi, Nepal

FRATELLANZA
E’ la cosa di cui più abbiamo bisogno, ieri, oggi e domani

Cristiano, Novara

11
12

VICINANZA
Dalla mamma a mio figlio, fino agli amici in video chat e ai colleghi in telelavoro, mai come in questo momento abbiamo scoperto come è bello sentirsi vicini. E quanto abbiamo bisogno l’uno dell’altro per regalarci un ’bout di conforto, affetto, incoraggiamento, allegria. Oltre alla preziosissima ricettà del vero ragù alla bolognese.

Anna Alberti, Milano

CARITA’
Carità come bisogno, come dovere e come dono. Penso che oggi è più che mai evidente che la carità non è un optional o una missione di sacerdoti, monaci o santi, bensì riguarda tutte le persone indistintamente, perché è necessaria per la sopravvivenza dell’essere umano. Tashi delek!

Cristina, Milano

2
1

SPERANZA
Speriamo di capire che oggi è un giorno diverso dai “mille” che abbiamo trascorso,

che non ce n’è stato uno uguale, ma soprattutto viviamo i “mille” che verranno in un modo diverso l’uno dall’altro, quando siamo a tavola, anche da soli, quando passeggiamo, anche da soli, quando ci addormentiamo, perchè il domani giungerà e non saremo soli.

Corrado, Denzano del Garda (BS)

CASA INTERIORE
Questo periodo di ritiro ci ha guidato nella nostra interiorità, per scoprire preziose risorse che ognuno custodisce e può imparare a conoscere.
Ha fermato la corsa verso mete insensate, per riportarci nella calma della nostra casa interiore.

Donatella, Como

2

INVIACI LA TUA PAROLA e contribuisci anche tu al contagio virtuoso, pubblicala sulla nostra pagina Facebook con #leparoledelcontagiovirtuoso, pubblicala sul tuo profilo Instagram con #leparoledelcontagiovirtuoso e taggando ASIA (ASIA Onlus) o inviala a l.fidanzia@asia-ngo.org , la pubblicheremo sui nostri strumenti di comunicazione.