Covid-19 | Nepal, prevenzione a Kalika e Naukunda

Nepal_ASIAONG_DBagnoli

La pandemia COVID 19 che colpisce il mondo oggi richiede un livello di risposta che va oltre la capacità di qualsiasi Paese. Il governo del Nepal sta mettendo in atto una serie di misure per affrontare la situazione e la solidarietà internazionale è necessaria per garantire che il Paese sia pienamente preparato ad affrontare la pandemia e ad affrontarne l’impatto in tutti i settori.

DOVE SI SVOLGE L’INTERVENTO
Il distretto di Rasuwa si trova nella regione centrale del Nepal, nell’area di Bagmati, al confine con la regione autonoma del Tibet. Rasuwa ha circa 43.300 abitanti. Il 69% della popolazione di queste comunità è di etnia Tamang e è stato formalmente riconosciuto come “Popolo Indigeno Marginalizzato”. Il tasso di alfabetizzazione e la consapevolezza dei comportamenti in materia di salute e igiene sono molto bassi nell’area. Rasuwa è uno dei distretti più vulnerabili per l’infezione da COVID – 19 a causa di un confine internazionale (Rasuwagadhi) con il Tibet (Cina), molti lavoratori migranti provenienti da diverse parti del Nepal e all’estero sono tornati a casa (Rasuwa) e sono rimasti a casa senza seguire regole di quarantena.

PERCHE’ AGIAMO IN QUEST’AREA
Il rischio di emergenza sanitaria è molto alto in quanto manca un sistema di prevenzione, l’osservazione delle norme igieniche di base e le misure di protezione della popolazione
. La popolazione di Rasuwa vive nella paura. Temono le frontiere aperte, i migranti rimpatriati che non hanno seguito la quarantena né sono stati sottoposti a test per COVID-19. Alcuni temono anche che non otterranno un trattamento adeguato se contraggono il virus a causa delle strutture sanitarie molto limitate esistenti in Nepal. Le paure sono state esacerbate dalla notizia che gli operatori sanitari sono costretti a lavorare senza un’adeguata protezione, il che mette a rischio sia loro che i pazienti.

IN COSA CONSISTE IL PROGETTO
Supporteremo il territorio del “Jibjibe Community Hospital” nel comune rurale di Kalika di Rasuwa con una campagna di sensibilizzazione per 11.393 persone e il vicino comune di Naukunda che conta 11.824 persone, attraverso campagne di sensibilizzazione e prevenzione da parte del personale di ASIA e con il sostegno del personale sanitario (5 medici, 5 infermieri, 4 paramedici, 1 tecnico di laboratorio, 1 radiografo e 4 aiutanti / addetti alle pulizie), 3 altri membri del personale sanitario e 53 volontarie sanitarie.

Si prevedono le seguenti attività:

  1.      diffusione di messaggi radiofonici per la prevenzione all’infezione per 3 mesi in 2 radio diverse;
  2.      affissione di 10 cartelloni con messaggi di promozione all’igiene;
  3.      20000 volantini e 3000 poster per la prevenzione al Covid-19 e la promozione all’igiene;
  4.      Sessioni di informazione e orientamento in 30 villaggi delle 2 municipalità.

I beneficiari di questo intervento sono gli abitanti delle municipalità di Kalika (11393 persone) e di Naukunda (11824 persone).

Progetto finanziato da Conferenza Episcopale Italiana
ottoxmille_banner