Fondo Enrico Dell’Angelo

FraseEnrico2

L’istruzione è il fondamento dello sviluppo culturale, sociale ed economico in tutto il mondo. Un forte sistema educativo non solo prepara le persone per il loro futuro impiego, ma dà loro anche la possibilità di partecipare all’evoluzione della loro società. In Cina, India e Nepal un alto grado di istruzione è l’unica opportunità per giovani tibetani di costruirsi un futuro e contribuire attivamente alla società in cui vivono.

Le sfide per i giovani tibetani
Le migliori scuole superiori, università e corsi di formazione si trovano nelle grandi città dove, oltre alle tasse scolastiche e ai costi dei materiali didattici, si aggiungono alti costi di vitto e alloggio. Molte famiglie tibetane, spesso pastori nomadi, agricoltori o persone umili che svolgono lavori sottopagati, non possono permettersi di aiutare i propri figli e, sebbene gli studenti svolgano lavori stagionali per il proprio sostentamento, le piccole entrate generate da questi lavori non sono mai sufficienti.
Inoltre, le borse di studio pubbliche sono difficilmente ottenibili e quegli studenti che riescono ad accedere alle università più prestigiose, ma non possono sostenere gli oneri, devono rinunciare e in alcuni casi interrompere gli studi, con gravi conseguenze per se stessi, per le loro famiglie e per l’intera comunità.

L’obiettivo del Fondo
Il Fondo Enrico Dell’Angelo, nato per onorare la memoria e l’eredità di Enrico Dell’Angelo,  è stato creato con l’obiettivo principale di sostenere gli studi di giovani tibetani per migliorare la qualità complessiva della vita nelle aree dove vivono e diffondere la cultura e le tradizioni tibetane in tutto il mondo.

Gli aiuti raccolti copriranno le spese di alloggio, tasse scolastiche e materiali di studio dei giovani studenti tibetani.

Come funziona
Il donatore (individuo, ente, associazione o azienda) può contribuire con una donazione libera, a partire da un importo minimo di 250 €

L’importo totale di ogni borsa di studio erogata dal Fondo dipenderà dal costo totale che ogni beneficiario dovrà sostenere fino al termine del ciclo di studi. La borsa di studio corrisponderà al 75% di questo costo totale, il restante 25% dovrà essere coperto dallo studente stesso come prova del suo impegno.

Come aderire al Fondo
Con una donazione tramite carta di credito/paypal –> DONA QUI

Con un bonifico bancario –> IBAN  IT31L0521603225000000013004
Ricorda di inserire come causale “Fondo Enrico Dell’Angelo”

yeshi gyamtsoLa storia di Yeshi Gyamtso
Tra le prime candidature c’è quella di Yeshi Gyamtso, una giovane tibetana di 20 anni che vive in Nepal. Yeshi è una studentessa brillante, ha concluso le scuole superiori con il massimo dei voti e desidera iscriversi al Ranjung Yeshe Institute di Kathmandu, per approfondire lo studio e la comprensione della filosofia buddhista e imparare a tradurre i testi buddhisti in inglese. Yeshi viene da una famiglia di 6 persone, suo padre ha 83 anni e non è in grado di sostenere i costi universitari. Yeshi è molto motivata, ma senza Borsa di Studio per lei sarà impossibile realizzare il suo sogno e contribuire a mantenere viva la tradizione culturale buddhista. Leggi la lettera che Yeshi ha scritto alla Responsabile della Adozioni a distanza di ASIA per chiedere aiuto.

DONAORA

15732548_10154848090119395_6267475415777477682_oEnrico e la sua vita
Enrico Dell’Angelo nacque a Roma l’11 settembre 1954. Nel 1976 conobbe Namkhai Norbu, di cui divenne uno dei primi studenti. Da quel momento, ha dedicato tutta la sua vita a sostenere la cultura tibetana e a seguire gli insegnamenti Dzogchen ricevuti da Namkhai Norbu. Si è laureato in lingua e cultura tibetana presso l’Università l’Orientale di Napoli, con una tesi sul Srid pa spyi mdos. Nel 1998 è andato per la prima volta in Tibet, per un pellegrinaggio al Monte Kailash e nel 1996 ha iniziato a lavorare nelle aree tibetane della Cina per la realizzazione di progetti di emergenza e di sviluppo. Ha continuato a lavorare nelle zone tibetane della Cina senza interruzione fino al 2010; poi, dal 2012, ha dedicato tutta la sua vita a sostenere l’organizzazione mondiale della Comunità Dzogchen. Enrico è stato uno dei membri fondatori di ASIA, un appassionato tibetologo, fluente nei diversi dialetti del Tibet e un esperto di cooperazione internazionale. Purtroppo, il 26 dicembre 2016 è venuto a mancare a causa di una malattia improvvisa e incurabile.

 

*Per contribuire al Fondo Enrico Dell’Angelo non è necessario un contributo continuativo come per il progetto Adozioni a Distanza -Borse di Studio.