Il Monastero di Galingteng

 

A Galingteng, un piccolo villaggio di nomadi di Derge, si trova uno dei luoghi sacri più importanti dell’intera regione.

Per noi di ASIA, sostenere Galingteng significa proteggere l’identità culturale e la spiritualità tibetana per trasmetterla alle nuove generazioni e farla conoscere anche nel resto del mondo.

Dal 1993 abbiamo avviato un programma integrato per sviluppare quest’area. Dall’inizio del 2000 fino al 2001, con l’aiuto dell’ambasciata olandese a Pechino, abbiamo costruito il collegio di studi del Monastero. Dal 2000 al 2002, con i fondi di privati e dell’ambasciata finlandese a Pechino, sono stati restaurati monumenti storici del Monastero. Nel 2001 abbiamo costruito una piccola scuola che poi è stata donata al Monastero.

Grazie ai fondi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Italiana, dal 2002 al 2008, abbiamo costruito una clinica e formato personale medico.  Nel 2003, grazie all’ambasciata di Lussemburgo a Pechino, abbiamo fornito tutte le attrezzature necessarie per la libreria, la cucina e i dormitori.

Nel 2004 abbiamo avviato il sostegno a distanza dei monaci che vivono in questo monastero.

Nel 2007 abbiamo iniziato a costruire, grazie ai fondi della Provincia di Bolzano, Tavola Valdese, HIT Foundation e donatori privati, la scuola di Derge. Tra il 2007 e il 2008, con i fondi della Regione Toscana, abbiamo ingrandito il Collegio di studi costruendo 17 nuove stanze da letto e il tempio del Collegio è stato affrescato.

Nel 2009 un incendio distrusse sia i dormitori che il tempio del Collegio di studi e grazie a donatori privati e alla Tavola Valdese in un solo anno sono stati ricostruiti tutti i dormitori e restaurati i dipinti del tempio. Nel 2014 abbiamo costruito un centro di ritiro sulla montagna sacra di Shub lung nella valle di Lhalung e fornito di tutte le attrezzature: tavoli, letti, stufe, librerie oggetti rituali, libri, coperte, mestoli per l’acqua,vestiti per i monaci, etc. per un ammontare di circa 130.000 yuan (20 mila euro circa).

Nel 2016, nel centro di ritiro sulla montagna sacra di Shub lung, abbiamo costruito altre 18 stanze, fornito tutti gli arredi e seguito anche la manutenzione del sistema di approvvigionamento idrico.

ORA SIAMO IMPEGNATI NELLA COSTRUZIONE DI UN TEMPIO CHE DOBBIAMO EDIFICARE ENTRO IL 2018. Partecipa anche tu a questo progetto.