Ripartire dall’educazione: migliorare l’ospitalità per i bambini di Asgat

cof

Il distretto di Asgat è uno dei 13 distretti in cui si divide la provincia di Sükhbaatar, nell’Est della Mongolia.  Situato a circa 1.050 metri sul livello del mare, è caratterizzata da zone di montagna, collina e steppa che la rendono compatibile con le attività agricole.

La scolarizzazione infantile è obbligatoria in Mongolia fino al diciottesimo anno di età e, sebbene la società mongola comprenda l’importanza dell’educazione per i bambini, la realtà nomade propria del contesto rurale crea notevoli difficoltà logistiche alla frequentazione quotidiana delle lezioni.

La scuola di Asgat rappresenta l’unica struttura educativa per circa 3.600 abitanti del distretto, e conta 264 allievi, tra i 6 e i 14 anni, di cui 52 risiedono nel dormitorio annesso, costruito nel 2009.

L’80% dei bambini di questa scuola proviene da famiglie di pastori nomadi, il che fa sì che la richiesta di letti sia notevolmente superiore alla capacità della struttura e che spesso i fratelli debbano condividere lo stesso letto. Nonostante la recente costruzione, essendo stato realizzato con materiali di scarsa qualità, il dormitorio presenta già oggi numerosi problemi e non dispone di una stanza da bagno. Le latrine sono esterne all’edificio.

L’acqua del pozzo di proprietà dell’istituto scolastico, inoltre, non è potabile, e la scuola è costretta a comprare l’acqua dalla capitale provinciale, Baruun-Urt, che si trova a 45 km di pista non asfaltata da Asgat.

L’intervento di ASIA mira a migliorare l’accoglienza degli allievi della scuola primaria di Asgat. Se da una parte verranno apportate le necessarie ristrutturazioni al dormitorio esistente in modo che i bambini residenti possano vivere in condizioni salubri, dall’altra la scuola verrà dotata di un sistema di purificazione dell’acqua, utilizzata sia per bere sia per la mensa interna.

Le attività del progetto prevedono il rifacimento del tetto e la ristrutturazione interna del dormitorio, l’analisi completa dell’acqua del pozzo e l’identificazione, l’acquisto e il trasporto del miglior sistema di purificazione dell’acqua; la costruzione di un nuovo edificio per l’estensione della cucina e l’installazione del sistema di purificazione e il collegamento all’acqua e la realizzazione delle conseguenti connessioni di acqua, riscaldamento ed elettricità al nuovo edificio.

logo-8-1000-unione-buddhista-italiana