Speed for life

IMG_20191119_093414

SPEED for life – Miglioramento delle catene dei valori di “SPices and sEEDs” per lo sviluppo rurale del Nepal, favorendo l’empowerment di donne e giovani.

L’agricoltura è il cardine dell’economia del Nepal. Comprende un terzo del PIL della nazione e offre lavoro a due terzi della popolazione.

Il progetto ha l’obiettivo di favorire il sostentamento di 3500 agricoltori su piccola scala migliorando la produzione agricola e la commercializzazione di sementi e spezie di alto valore commerciale.

Verranno realizzate attività incentrate sul miglioramento della produzione di semi di varietà locali che andranno a soddisfare la domanda dei mercati locali permettendo così un incremento del reddito medio dei produttori. Altre attività saranno rivolte al miglioramento della produzione, commercializzazione e trasformazione primaria di spezie con potenziale per l’esportazione, come lo zenzero, la curcuma e il peperoncino.

Le attività proposte sono state costruite partendo dai bisogni delle popolazioni beneficiarie dei distretti di Kavre e Sindhupalchock in cui si riscontrano principalmente problemi legati alla produzione di semi di qualità, scarse conoscenze dei canali e modalità di commercializzazione e delle tecniche di produzione. Un importante intervento per migliorare la qualità nella produzione delle spezie e incrementare la competitività sui mercati è legato al corretto uso dei fitofarmaci sia di sintesi che naturali.

La migrazione da parte di molti uomini verso Paesi esteri per la ricerca di lavoro ha lasciato un vuoto nella gestione familiare e aziendale; una particolare attenzione verrà data al ruolo delle donne nella gestione imprenditoriale, garantendo la partecipazione piena ed effettiva e pari opportunità di leadership a tutti i livelli del processo decisionale nella vita politica, economica e pubblica.

Un processo di governance verrà attivato per supportare gli enti locali e governativi nella costruzione di strategie agricole nel territorio e per rafforzare la partecipazione popolare alle politiche locali. Il coinvolgimento del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università della Tuscia apporterà un gran valore aggiunto per l’introduzione di nuove tecniche e tecnologie per la produzione e conservazione di semi di qualità e nella costruzione di una banca dei semi per la salvaguardia del patrimonio genetico delle varietà locali.

Questa azione sarà supportata da una attività di rafforzamento delle capacità di commercializzazione mediante la formazione di imprese comunitarie che si dedicheranno alla trasformazione primaria di spezie e semi per la commercializzazione. I beneficiari riceveranno supporto da parte di esperti di marketing del Polo Universitario di Prato nella preparazione di businnes plan utili alla commercializzazione di prodotti agricoli che garantiranno un auto sostenibilità nel tempo, e uno studio della catena del valore dei prodotti selezionati che aiuterà a creare un sistema di commercializzazione sostenibile.

Il partner locale CEAPRED sarà responsabile della coordinazione e articolazione delle attività, del coinvolgimento delle autorità locali nelle attività del progetto, garantendo la ownership del processo di sviluppo.

Nel lungo termine i contadini e le contadine beneficiari, attraverso l’aumento della produzione agricola e, di conseguenza, del reddito, saranno capaci di provvedere al sostentamento familiare e potranno usufruire dei servizi di base, contribuendo a sviluppare il sistema di welfare.

Le principali attività del progetto:
– Identificazione e selezione partecipativa delle potenziali specie di sementi e aree per la produzione di semi provenienti da varietà locali
– Rafforzamento delle competenze degli agricoltori per la produzione commerciale di semi e spezie
– Divulgazione delle Buone Pratiche Agricole (BPA) per l’utilizzo dei Fitofarmaci in Agricoltura (di sintesi e naturali)
– Creazione di una banca dei semi
– Istituzione di 2 imprese sociali per la commercializzazione dei prodotti agricoli
– Capacity building per le imprese sociali comunitarie
– Pianificazione partecipativa e Incontri con le Municipalità Rurali e Agriculture Knowledge Centre
– Mobilizzazione e rafforzamento delle competenze dei Community Resources Persons
– Implementazione di mercati settimanali per la vendita di sementi e vegetali
– Studio della catena del valore della filiera delle spezie e delle sementi per almeno 7 varietà di sementi e 3 varietà di spezie
– Sviluppo di un piano commerciale per la vendita dei semi e spezie lavorate e semi lavorate
– Diffusione di bollettini agrari tramite FM Radio e SMS

Beneficiari diretti del progetto sono 3500 contadini tra cui 2450 di fascia d’età 20-39 anni e 1050 di fascia d’età 40-54 anni. Il 60% dei beneficiari è di genere femminile (2100 beneficiarie).
Beneficeranno indirettamente delle attività agricole e di commercializzazione circa 171.564 persone abitanti le 5 municipalità rurali coinvolte.

Progetto finanziato da

AICS_HEADER_530x130_EC